lunedì 28 settembre 2015

Speed UP con frentubo terzo ad Aragon / 3rd place at Aragon for speed UP,Sam Lowes with frentubo

Seconda vittoria stagionale al Motorland Aragon per il Campionde del Mondo in carica della Moto2 Tito Rabat (Marc VDS EG 0,0), che si è aggiudicato un duello durato tutta la gara con il connazionale Alex Rins (Paginas Amarillas HP 40) per rinviare la festa iridata di Johann Zarco (Ajo Motorsport), oggi 6°, a uno dei prossimi rounds extra-europei del Motomondiale.

Inferiore al decimo di secondo il gap tra i due piloti iberici sul traguardo, con un giro finale mozzafiato in cui Rabat - già pole-man nelle qualifiche di ieri - è riuscito a portare a termine con successo il suo attacco al rookie terribile dellamiddle class.
Terzo posto a 5" dalla coppia di battistrada per il britannico Sam Lowes (Speed Up Racing), al quarto podio stagionale, che ha preceduto di un paio di secondi il tedesco Jonas Folger (AGR Team). Staccati di oltre 15" dal vincitore sono arrivati sotto la bandiera a scacchi lo svizzero Thomas Luthi (Derendinger Racing Interwetten), Zarco e il malese Hafizh Syahrin (Petronas Raceline Malaysia).
Ottavo posto per il giapponese Takaaki Nakagami (Idemitsu Honda Team Asia) con i due italiani del team Forward Racing, Simone Corsi e Lorenzo Baldassarri, a chiudere in quest'ordine la Top-10 del GP di Aragon della Middle Class. Ritirato all'ultimo giro l'altro nostro rappresentante Federico Fuligni (Team Ciatti).

(Motoblog)
It was an extremely positive first day for Sam Lowes and Team Speed Up at the Motorland Aragon circuit. The Briton was among the protagonists of the first day of the Grand Prix weekend.
Leading the first practice session with a lap time of 1’53.700, he was able to lower his time despite the significant increase of atmospheric temperature, 27 ° and asphalt, 41 °.
Sam concluded the FP2 in 5th position with a lap time of 1’53.541 and a good feeling with his Speed Up.
SAM LOWES -5° – in 1’53.541“I’am really happy with today in the hot conditions this afternoon we were quite strong, we used the hard tyres and made ’53 which is good, then in the new soft tyres we improved a little bit but we I had some traffic and not nice rhythm. We didn’t show our full potential but this is good because is only Friday and I feel happy on the bike I feel relaxed, I made long run in a good way. I like this track, I think we have a good possibility to make a good race, I’m looking forward to tomorrow. The Team have done a great job, hopefully we can improve a little bit in the morning and fight for pole position”.
Source: SpeedUp








giovedì 24 settembre 2015

Tubi freno Yamaha R1 2015 ABS / Yamaha R1 ABS 2015 Brake lines / Yamaha R1 2015 ABS Brake hoses / Tubi freno Yamaha / Yamaha Brake lines / YAMAHA BREMSLEITUNGEN

P/N 142138 Type 4 ( 6 hoses)

-Black aluminium alloy fitting-

-Stainless steel bushing-

-Carbonfibre braiding-

-PTFE core-

-Min.bursing pressure :1200 Bar-

-Total weight gr.340-

-approved TuV Standards-  http://www.frentubo.com/en/prodotti.php

Nella foto il Kit 142138-4

Tubo con anima in PTFE,doppia fibra Carbotech,boccole di fissaggio in acciaio inox e raccordi lega di alluminio.

Minima pressione di scoppio:1200 Bar.

Peso totale del kit 340 g

Omologato TuV.

Per le altre versioni disponibili consultate: http://www.frentubo.com/en/prodotti.ph








Photo By Fast Bike (142138-3)

lunedì 21 settembre 2015

Secondo posto di Fernandez nella gara della STK 600 a Jerez

Secondo posto di Fernandez nella gara della STK 600 a Jerez
Si è conclusa oggi sul circuito di Jerez de la Frontera il settimo round del Superstock 600 FIM European
Championship. Nella giornata di ieri, a causa della caduta occorsagli nella prima sessione di prove libere,
Federico Caricasulo non aveva ricevuto il benestare dei medici per proseguire le prove e quindi oggi l’unico
pilota del PATA-Honda Junior Team a scendere in pista è stato Augusto Fernandez, ma Caricasulo sarà
molto probabilmente in grado di partecipare all’ultimo appuntamento del Superstock 600 FIM European
Championship che si disputerà sulla pista di Magny Cours tra due settimane.
Nella qualifiche disputatesi questa mattina, Fernandez è stato autore di un’ottima prestazione e con il
tempo di 1’46”339 ha ottenuto la seconda posizione assoluta e la prima fila sullo schieramento di partenza
della gara, che si è disputata nel pomeriggio sulla distanza di 13 giri.
La partenza di Augusto è stata molto veloce e gli ha permesso di transitare in seconda posizione, subito
dietro al leader Rinaldi. Nei giri successivi Fernandez perdeva leggermente contatto con Rinaldi e anche se
negli ultimi giri il suo distacco diminuiva in modo ragguardevole, non riusciva a raggiungerlo. Il pilota del
Pata-Honda Junior team concludeva la sua gara al secondo posto, a poco più di un secondo da Rinaldi e
con un vantaggio di oltre sette secondi sul terzo classificato. Un ottimo risultato che conferma i suoi
costanti progressi e che fa ben sperare in vista della prossima ed ultima gara del campionato, che si
disputerà il 4 Ottobre sulla pista di Magny Cours in Francia.
Augusto Fernandez : “Sono molto contento di questo mio secondo posto. Rinaldi aveva un passo
superiore al mio, ma io ho stretto i denti ed ho cercato di dargli del filo da torcere sino alla fine. Negli
ultimi giri mi sono avvicinato molto a lui, ma purtroppo non sono riuscito a raggiungerlo. E’ stata
comunque una bella gara e sono davvero felice di essere salito sul podio proprio qui a Jerez, davanti ai
miei sostenitori. Ringrazio il mio team per il grande lavoro svolto qui a Jerez e tutti i miei sponsor, che
hanno creduto in me e mi hanno permesso di conquistare questo grande risultato”.
Superstock 600 FIM European Championship – Jerez - Spagna
Qualifiche : 1) Rinaldi (Kawasaki) – 2) Fernandez (Honda) – 3) Bassani (Kawasaki) – 4) Stirpe (Kawasaki) –
5) Tucci (Kawasaki) – 6) Spedale (Yamaha)
Gara 7 : 1) Rinaldi (Kawasaki) - 2) Fernandez (Honda) – 3) Stirpe (Kawasaki) – 4) Tucci (Kawasaki) – 5)
Tuuli (Yamaha) – 6) Bassani (Kawasaki)

Superpole per Althea!

Jerez de la Frontera (Spagna) 19 settembre 2015
Strepitosa Superpole per Niccolò Canepa che porta la Ducati Panigale R del Team Althea in prima fila conquistando il terzo posto. Ottavo tempo per Matteo Baiocco che domani partirà invece dalla terza fila.
Il sabato di qualifiche qui a Jerez de la Frontera inizia bene già dalla sessione della mattina valida per l'entrata in Superpole. Entrambi i piloti portano a termine una qualifica che gli permetterà di accedere direttamente alla Superpole 2, grazie al quarto tempo di Matteo Baiocco e all'ottavo per Niccolò Canepa.
Niccolò purtroppo, durante la mezz'ora di prove libere, incappa in una caduta senza conseguenze per lui ma la moto rientra al box semi distrutta. Veloce e preciso è stato il lavoro della squadra che ha ripristinato la moto in tempi brevi e gli ha permesso di essere pronto per la Superpole. Il pilota genovese sfrutta egregiamente la gomma da tempo nel giro lanciato e conclude la sessione con il crono di 1'40.508 accedendo così alla terza casella della prima fila in griglia.
Baiocco che scatterà dalla terza fila con l'ottavo tempo ha comunque dalla sua un ottimo lavoro di messa a punto e di passo gara consapevole che potrà sfruttare il suo potenziale per due gare ad altissimo livello.
Prima fila anche per Raffaele De Rosa che conquista il terzo posto nella categoriaSuperstock 1000. Durante le qualifiche valide per l'assegnazione del posto in griglia di oggi pomeriggio, i piloti si sono trovati a fare i conti non solo con le temperature in salita, ma anche con il forte vento che si è presentato puntuale prima della qualifica. Nonostante le condizioni un po' più complicate De Rosa chiude con il terzo tempo e domani proverà a conquistare la sua prima vittoria stagionale.
Niccolò Canepa“Sono molto contento di questo terzo posto, la prima volta in prima fila in Superbike. Non mi aspettavo di finire nella top 3, ma di restare nei 5, soprattutto dopo la caduta durante le prove libere di oggi. I ragazzi della mia squadra sono stati velocissimi a risistemare la moto per permettermi di essere pronto a partire per la Superpole. Per domani abbiamo un buon passo e voglio fare due belle gare”.
Matteo Baiocco“Non ho fatto la qualifica che mi aspettavo, soprattutto dopo i tempi di questa mattina dove siamo stati molto veloci, ma abbiamo lavorato molto nell'ottica della gara di domani e abbiamo fatto ancora un passo avanti. Ho migliorato un po' con la gomma da tempo anche se non come avrei voluto, ma partire ottavo non è male e domani ci sarà da fare anche i conti con il caldo e con il grip. Dovrò essere bravo a gestire le gomme ma mi sento molto fiducioso”.


Althea


Jerez de la Frontera (Spagna) 20 settembre 2015
Sotto il sole cocente in terra andalusa, si conclude il terzultimo appuntamento delCampionato Mondiale eni FIM Sueprbike 2015. Il Team Althea raccoglie un risultato complessivamente molto positivo piazzando Matteo Baiocco sesto in gara 2 e ottavo in classifica generale e secondo Raffaele De Rosa nella Superstock 1000. Un po' più sfortunato Niccolò Canepa.
Superbike gara 1: Scatta velocissimo al via Niccolò Canepa che si piazza dietro a Sykes, Rea e Davies, tenendo il loro passo e ansioso di superare la Ducati ufficiale che gli era davanti. Scivola purtroppo al secondo giro vanificando così l'ottimo potenziale che aveva dimostrato fino ad ora. Matteo Baiocco nel frattempo partito meno bene dalla griglia innescava una lotta con i piloti più indietro. Il suo obiettivo era però di recuperare sul gruppo davanti e con i quali aveva già dimostrato dalle prove di poter competere. Dopo aver fatto registrare da metà gara in poi una serie di croni molto vicini a quelli dei piloti di testa, è riuscito finalmente ad avere la meglio su Guintoli e Camier e chiude la gara all'ottavo posto.
Superbike gara 2: Questa volta Baiocco parte molto più rapido e si mette alla ricerca di un buon passo e un punto di riferimento per risalire le posizioni. Sulla sua strada trova prima il Campione del Mondo in carica, Guintoli, con il quale innesca una lotta molto ravvicinata che dopo qualche giro lo ha visto prevalere fissando il nuovo obbiettivo verso la seconda Ducati ufficiale di Pirro. Matteo dimostrando di avere grinta e capacità, pur avendo verso metà gara un distacco da Pirro di circa 4 decimi, è riuscito alla fine ad avere la meglio conquistando un fantastico sesto posto finale a solo 1 secondo e 2 da Sykes che lo precedeva. Tutt'altro discorso per Canepa rallentato purtroppo da un problema tecnico riscontrato al cambio. Alla fine stringendo i denti è riuscito ad ottenere un 11mo posto. Ricordiamo che con questa brillante prestazione Matteo Baiocco, riconquista saldamente l'ottavo posto in classifica generale e con ancora 4 gare da disputare potrebbe risalire ancora qualche posizione.
.
Oggi era la penultima gara per quanto riguarda la categoria Superstock 1000 Raffaele De Rosa torna in Italia con un fantastico secondo posto.
In gara, rallentato purtroppo dopo una partenza difficile si trova a dover lottare con altri piloti per recuperare posizioni perdendo quindi del tempo prezioso e aumentando il gap da Tamburini che era in testa. Martellando con un passo di 1'45 basso, Raffaele riusciva a superare sia Massei che Jezek e una volta avuta pista libera in seconda posizione poteva finalmente provare a recuperare su Tamburini. A quel punto complice un'usura precoce delle gomme per le temperature torride dell'asfalto, ha dovuto rinunciare alla rincorsa e si è dovuto accontentare comunque di un ottimo secondo posto. De Rosa è saldamente al terzo posto della Coppa del Mondo Superstock 1000 e ha ancora una chance di conquistare la prima vittoria a Magny Cours il prossimo 4 ottobre.
Per quanto riguarda il Campionato Mondiale Superbike i round da disputare sono invece ancora 2.
Matteo Baiocco“Per me è stato un fine settimana bellissimo. Ho concretizzato bene in gara e i distacchi dai primi sono stati limitati. In gara 1 ho tenuto un buon ritmo dopo un errore in partenza, ma in gara 2 dopo una buona partenza ho tagliato il traguardo al sesto posto che mi ha permesso di conquistare l'ottavo posto in classifica. Voglio continuare così fino alla fine dell'anno”.
Niccolò Canepa“E' stato un buon weekend perchè come a Laguna Seca siamo riusciti a stare con i primi. Purtroppo in gara 1 per cercare di tenere il ritmo dei primi sono scivolato. Il buon passo gara che ho tenuto dopo la ripartenza prometteva bene in prospettiva della seconda manche ma purtroppo in gara 2 ho avuto dei problemi con il cambio che mi hanno fatto perdere la concentrazione. Ora pensiamo al round francese tra due settimane”.
Raffaele De Rosa“Questo fine settimana è stato un po' difficile, ho sempre sofferto un po' durante tutti i turni. Non sono partito molto bene e ho dovuto recuperare qualche posizione perdendo del tempo prezioso da Tamburini. Portare a casa questo risultato è stato comunque molto importante e voglio ringraziare tutta la squadra che ha lavorato al massimo e mi ha permesso di chiudere con questo bel secondo posto”.


Pages

Follow by Email

Cerca nel blog

Tubi freno per Suzuki 650 abs 2017 / Suzuki 650 abs 2017 Brake lines

P/N 132171 Type 1 (red covered) Front and rear-steel fitting-(raccordi in acciaio con resistenza alla corrosione 240h secondo DIN50 021-SS)...