mercoledì 28 luglio 2010

Filippo Zonta e Gianluca Facchetti, complimenti!



Complimenti da tutta la Frentubo al team UFO
e a tutti i loro promettentissimi piloti!

Campionato Italiano Minicross
Finale #3 – Castiglione del Lago (PG)
Campioni d’Italia.

Filippo Zonta è il nuovo campione Italiano minicross classe 65 cc categoria cadetti. Gianluca Facchetti medaglia di bronzo.
Ottimo epilogo per l’edizione 2010 del campionato italiano riservato ai giovani del motocross nazionale e splendida affermazione di Filippo Zonta che ha portato i colori della squadra UFO Corse- Maglia Azzurra sul gradino più alto del podio. Filippo si è presentato a Castiglione del Lago con un buon margine di vantaggio sui suoi avversari e si è subito capito che la maturità agonistica di questa giovane promessa è gia ad un buon livello dato che in entrambe le manche disputate ha amministrato a dovere le ottime partenze effettuate, portando al termine la sua impresa nel migliore dei modi. La targa di campione italiano 2010 è nelle sue mani. Chi poteva ancora impensierirlo nella lotta per il titolo era proprio il suo compagno di squadra, Gianluca Facchetti che al termine della manifestazione è salito sul terzo gradino del podio della classifica generale. Ottimo il lavoro svolto dai tecnici della Federazione Motociclistica Italiana, che hanno contribuito notevolmente all’accrescimento del potenziale di questi due giovani campioni che proprio in questa stagione hanno spiccato il volo verso l’olimpo del cross nazionale ed internazionale. Nella categoria Junior, sono stati impegnati in gara Luca Poggi e Lorenzo Ravera. Al loro primo anno di esperienza sulle moto da 85 cc, è stata netta la progressioni di risultati a dimostrazione che l’esperienza acquisita nel corso di questo campionato è stata messa a buon frutto. Per Ravera, il terzo posto conquistato nella seconda manche ha fatto segnare un ottimo riscatto verso le non ottimali prestazioni raccolte fino a questo momento ed è stato il migliori modo per potersi esprimere al suo reale livello di competitività. Migliore prestazione in campo nazionale anche per Poggi che a Castiglione del Lago ha concluso al settimo posto della classifica assoluta. In campionato, Luca Poggi ha chiuso all’undicesimo posto, seguito dal suo compagno di Team, Lorenzo Ravera, dodicesimo.

lunedì 26 luglio 2010

Hayden scores points at Laguna Seca GP



Monterey, 25 July: On a near perfect summer’s day LCR Honda MotoGP Team American racer Roger Lee Hayden gained a thrilling 11th place riding the Honda RC212V in today’s U.S. Grand Prix at Laguna Seca. The youngest of the racing Haydens, who’s currently racing in World Superbike, improved his lap time by 1.668s over the course of practice and yesterdays qualifying. The two areas he found most challenging were the carbon front brakes-he uses metal in World Superbike-and the control Bridgestone tyres, which he was careful to get up to proper operating temperature. The 27-year-old started from the 17th spot on the grid and put in a maximum effort over the 32-lap race scoring 5 points finishing his second MotoGP race behind Capirossi. MotoGP next round will take place in Czech Republic on the 15th of August. Hayden – 11th Hayden: “This was a very good race for me! After the start I got boxed in at the first corner and after that it took me a few laps to find my pace. The rest of the guys had taken a few seconds on me but I started to pull them back in and I did my fastest lap of the whole week end in doing so. I charged hard and caught De Angelis with 2 laps to go I passed him and took 11th place. At the start of the week I really did not think I could have taken 11th place. I really really want to thank LCR Team for this fantastic opportunity. Everybody in the Team has bent over backwards to help me in every way. The guys worked really hard on the bike and made it very comfortable for me to ride. They put absolutely no pressure on me this week end for a result but this is the American GP and all my friends, family and fans are here so I wanted to give them all a good result. I would love a chance to ride for this Team again as they are a fantastic bunch of guys and the machine they gave me was perfect”. Lucio Cecchinello: “First I want to wish Randy a very quick recovery and want to thank the Team for their great work this week end. Despite the bad luck we have decided to come here and do our best as always. We are pleased with Roger’s today result because he improved his feeling on the bike session by session and during the race he was focused and tough especially when he passed De Angelis at 2 laps to go. Now we aim to have Randy back in Brno but we must wait for the response of the Medical Commission first”.

Monterey, 25 Luglio: il pilota a stelle e strisce del Team LCR Honda MotoGP Roger Lee Hayden chiude con un entusiasmante 11° posto il GP degli Stai Uniti sul circuito di Laguna Seca che ha ospitato il decimo round della stagione prima della pausa estiva. Il più giovane dei fratelli Hayden, che attualmente partecipa al Campionato del Mondo SBK, ha migliorato il suo passo di 1.6s dal primo turno di prove di Venerdì sino alle qualifiche di ieri. Nonostante alcune difficoltà nell’adattarsi ai freni in carbonio e alle gomme Bridgestone il 27-enne ha migliorato giro dopo giro studiando attentamente la RC212V con i tecnici del Team. Partito poi dalla 17° posizione in griglia ha dato il massimo portando a casa 5 punti e terminando la sua seconda gara nella classe regina in scia a Capirossi. La prossima tappa del MotoGP è prevista a Brno il prossimo 15 Agosto. Hayden – 11° Hayden: “E’ stata una bella gara! Dopo la partenza sono rimasto imbottigliato alla prima curva e poi ci ho messo qualche giro a trovare il passo giusto. Gli altri mi hanno distanziato ma io non mi sono perso d’animo e ho iniziato a spingere segnando il mio miglior tempo di tutto il week end. A due giri dal termine ho passato De Angelis e ho chiuso 11°. Onestamente non avrei mai creduto di finire così avanti e ringrazio di cuore i ragazzi del Team che hanno fatto un lavoro eccellente sulla moto. Tutti mi hanno messo a mio agio senza pressarmi e per me è stato fantastico regalare alla mia famiglia, ai miei amici e a tutti i miei fan un risultato così positivo. Mi piacerebbe molto avere un’altra occasione specialmente in questa squadra perché hanno dato il massimo”. Lucio Cecchinello: “Innanzitutto ci auguriamo che Randy torni prestissimo e ringrazio tutto il Team per il lavoro eccellente che ha fatto anche questo week end. Nonostante la sfortuna abbiamo deciso di venire qui e fare il nostro lavoro al meglio. Sono felice del risultato di Roger perché si è dimostrato un pilota serio e combattivo. E’ riuscito a migliorare turno dopo turno e in gara ha anche passato De Angelis a 2 giri dalla fine. Ora il nostro obiettivo è tornare a Brno con Randy ma sarà la Commissione Medica a dare la valutazione finale”.

domenica 18 luglio 2010

Forza Randy!
















DE PUNIET SUFFERS RIGHT TIBIA AND FIBULA FRACTURE AT GERMAN GP

Sachsenring, 18 July: The eighth round of the season at Sachsenring race track was conducted in the dry despite cloudy skies however LCR Honda MotoGP Team rider Randy De Puniet did not finish the race crashing out heavily on lap nine. After yesterday’s good qualifying when De Puniet achieved the 7th fastest time of the day despite an awful crash (Lorenzo’s engine blew up spraying oil onto the track), the 29-year-old started from the third row for today’s 30-lap race at the German track but suffered a highside on the exit of turn 4 while he was 9th. Espargaro and Bautista were involved in the crash and Kallio apparently hit the Frenchmans left leg while he was passing by. The race was immediately red flagged and Randy was taken to the Clinica Mobile to undergo an X-Ray, which unfortunately confirmed the fracture of the left tibia and fibula. The LCR rider left the circuit with the helicopter together with Doctor Costa to reach Hartmannsdorf hospital where he will undergo surgery later tonight to insert a pin in his left leg. De Puniet - OUTDe Puniet: “It can’t be worse than this! I took a bad start from the third row but I was back to ninth and my race pace was pretty good. I could push for the sixth place despite my painful ankle after yesterday’s crash in the qualifying. Suddenly I crashed at exit of turn 4 and one bike hit my left leg. I immediately realized that it was something serious and after the X-ray we discovered the truth”.


DE PUNIET SI FRATTURA TIBIA E PERONE DELLA GAMBA SINISTRA AL SACHSENRING

Sachsenring, 18 Luglio: L’ottavo round della stagione sul circuito del Sachsenring si è disputato sull’asciutto nonostante il cielo minaccioso ma il pilota del Team LCR Honda MotoGP Randy De Puniet non ha concluso la gara a causa di una terribile caduta nel nono giro. Dopo aver segnato degli ottimi tempi guadagnando il 7° posto nelle qualifiche di ieri nonostante una paurosa caduta (dovuta alla rottura del motore di Lorenzo che ha rovesciato olio lungo la pista), il pilota Francese in sella alla Honda RC212V è partito dalla terza fila per i 30 giri in programma ma è incappato in un highside alla curva numero quattro quando era in 9° posizione.Esparagaro e Bautista che lo seguivano sono rimasti coinvolti nella caduta e Kallio apparentemente ha urtato violentemente la gamba sinistra di De Puniet mentre cercava di schivarlo. La gara è stata interrotta subito e il 29-enne è stato portato in Clinica Mobile per una radiografia che ha evidenziato la frattura della tibia e del perone della gamba sinistra. Il pilota ha lasciato il circuito in elicottero accompagnato dal Dottor Costa per raggiungere l’ospedale di Hartmannsdorf dove questa sera verrà operato. De Puniet - OUTDe Puniet: “Non poteva andare peggio di così! Non sono partito benissimo ma ho recuperato subito fino alla nona posizione e il mio passo era buono. Potevo spingere ancora e provare a prendere il sesto posto nonostante il dolore alla caviglia destra dopo la cauta di ieri. Poi all’improvviso sono volato in aria e la moto di qualcuno ha urtato la mia gamba sinistra. Ho pensato subito che il danno era grosso e dopo la radiografia abbiamo avuto la brutta notizia”.

martedì 13 luglio 2010

Complimenti ragazzi!












GLI ALFIERI KTM UFO CORSE AL VERTICE NELL’ITALIANO MINICROSS





Il crossdromo “Tittoni” di Cingoli ha ospitato la terza tappa del campionato tricolore minicross, che si svolge in concomitanza con il Trofeo KTM MOTOCROSS.
I giovanissimi piloti su KTM hanno difeso a spada tratta le posizioni di testa: per il team KTM UFO CORSE Maglia Azzurra Filippo Zonta ha dominato letteralmente la gara nella categoria CADETTI, piazzandosi primo e terzo nelle due manche disputate, e vincendo così il GP. Filippo rafforza così anche la sua prima posizione in campionato, davanti al compagno di squadra Gianluca Facchetti, a Cingoli terzo in gara 1 e quarto in gara 2. Nella Junior, classe 85cc, Lorenzo Ravera e Luca Poggi, dello stesso team KTM Ufo Corse, hanno commesso troppo errori, scivolando così fuori dai dieci. Ma nella stessa categoria difendono i colori KTM anche gli alfieri del team LOVATO’S BIKE: Jacopo Schito difende saldamente la sua 4° posizione, davanti ai compagni di squadra Michael Magri e Samuele Damian. Nella Senior il team varesino occupa il secondo posto grazie alle costanti prestazioni di rilievo di Davide Bonini, grande sorpresa della stagione, attualmente quarto nel campionato europeo di categoria. In decima piazza Gianluca Deghi e più attardato Alessandro Raso che paga il pegno dell’esperienza ancora da raccogliere. Per il team Maglia Azzurra Ufo Corse c’è da segnalare con orgoglio anche la conquista dell’assoluta da parte di Samuele Bernardini, che si è imposto nelle due manche della terza prova degli Internazionali Supercross a Cervarese Santa Croce (PD) dopo il podio nel campionato del mondo 125 raccolto in Svezia. Ed ora tutti in attesa dell’ultimo appuntamento di Castiglione del Lago, il prossimo 25 luglio, per l’assegnazione dei titoli tricolori 2010.

lunedì 12 luglio 2010

Davies sul podio a Brno


Complimenti a Fanelli!



STK 600 Misano, gara: sorpresa Fanelli
Ripartita dopo la bandiera rossa, esposta a causa di alcune scivolate senza conseguenze (tra gli altri Marconi, Gregorini,
Sancioni, Monti e Colandrea) causate dalla rottura della moto di Moschini alla Quercia, la Stock 600 si è rivelata la gara più
spettacolare della giornata. In cinque, infatti, si sono giocati i tre gradini del podio fino all’ultima curva: tra Lorenzo Zanetti, Fabio
Massei, Dino Lombardi, Riccardo Russo e Davide Fanelli, a gioire per la vittoria è stato proprio quest’ultimo. Il 19enne di Urbino
(Honda n. 127 – All Service System by QDP) è stato il più determinato e grazie a due sorpassi ai danni di Lombardi e Massei
negli ultimi due giri di gara è riuscito a centrare il primo trionfo del 2010. “Non sono partito bene ma ho capito subito di avere
un ritmo veloce e quando ho visto che Fabio aveva qualche problema in uscita di curva l’ho attaccato e mi è andata bene
– rivela Davide - è stata una gara tirata e sono contento di averla vinta. La dedico a Gigi D’Esposito…”.
Secondo si è piazzato Lorenzo Zanetti: grazie a questo risultato, il 22enne bresciano del Team TNT Racing (Yamaha n. 8) lascia
aperto uno spiraglio per il titolo italiano 2010, dato che con due gare ancora da correre e 50 punti a disposizione si trova a 36
lunghezze dal leader Massei. “E’ stato un week-end molto fruttoso, anche grazie all’ottimo lavoro del team – dice Zanetti –
ho provato a vincere ma Davide è stato più bravo di me. L’importante, oggi, era chiudere davanti a Fabio e ora vedremo
cosa succederà”.
In terza posizione Fabio Massei, (Yamaha n. 34 – Team Piellemoto) che al primo start aveva fatto il vuoto passando al primo giro
con oltre un secondo e mezzo di vantaggio sugli inseguitori ma che nella seconda frazione ha dovuto fare i conti con un grip non
ottimale. “Ho avuto dei problemi con la gomma ma i miei avversari sono stati bravi, passandomi nel finale. Sono
comunque contento perché ho conquistato dei punti importanti per la classifica”.
Fuori dal podio Lombardi (Yamaha n. 13 – Martini Corse) e Russo (Yamaha n. 84 – Bike e Motoracing), rispettivamente quarto e
quinti mentre dietro di loro hanno chiuso nell’ordine Mercado, Vitali, Sancioni, Marcheluzzo e Biaggi.

venerdì 9 luglio 2010

Doppio podio per il team ALL Service




Misano - Italia, 04 luglio 2010

Il Team All Service System by QDP dedica due podi e vittoria a Gigi D’Esposito

La magia delle corse motociclistiche oggi ha toccato l’apice nelle ultime due emozionanti gare del Campionato Italiano Velocita delle Classi Stock 600 e 1000. Il Team All Service System by QDP ha concluso il week end sul tracciato di Misano Adriatico facendo segnare due prime file in griglia di partenza, un giro veloce in gara, due podi, una vittoria e un secondo posto. Un risultato importante e significativo che tutto il Team All Service System by QDP dedica a Gigi D’Esposito scomparso questa settimana a cui il CIV ha dedicato un Premio che sarà assegnato annualmente al miglior Team Manager e che, alla sua prima edizione, è stato consegnato nelle mani di Riccardo Grimoldi del Team All Service System by QDP. In onore del suo Direttore Sportivo tutto lo staff si è presentato sulla griglia di partenza con l’abbigliamento del Team Gimotorsport di cui Gigi D’Esposito è stato Titolare carismatico. La gara della Stock 600 ha visto Davide Fanelli scattare veloce e portarsi subito nelle prime tre posizioni al primo giro ma una caduta collettiva ha costretto la Direzione gara a interrompere la competizione. Alla seconda partenza il marchigiano ha replicato la sua strategia, ha fatto segnare per ben due volte il giro veloce e ha mantenuto la sua Honda CBR600RR in testa al gruppo sino alla bandiera a scacchi. Doppia partenza anche per Marco Bussolotti mentre era al comando cominciando a guadagnare terreno sugli inseguitori. La seconda sessione di gara è durata solo sei giri e la classifica è stata stilata sommando i tempi delle due frazioni. Dopo un confronto al calor bianco con Giugliano, Verdini e Baiocco Marco Bussolotti è salito sul secondo gradino del podio per soli 66 millesimi di secondo dal vincitore. La doccia di champagne che si è riversata al termine di un week end di gara torrido è stata la migliore conclusione e il coronamento per il lavoro svolto da tutto il Team All Service System by QDP. Settimana prossima, a Brno Marco Bussolotti e Davide Fanelli saranno impegnati con l’obbiettivo di replicarsi anche nei Campionati internazionali Superstock.

Marco Bussolotti – Pilota Team All Service System by QDP – Superstock 1000
2° posizione – 4° miglior tempo: 1’39”508
“E’ stata una gara spettacolare, combattuta sino al traguardo, sono partito bene per due volte riuscendo sin dalle prime battute a impostare il mio ritmo. Sono molto contento del risultato anche se il mio obbiettivo era vincere e avrei avuto le carte in regola per riuscirci dato che solo sessantasei millesimi mi hanno separato dalla vittoria. Questa mattina nel warm up ho fatto segnare il primo miglior tempo, ero determinato a puntare al primo posto perché desideravo dedicare la vittoria a Gigi D’Esposito nostro Direttore Sportivo mancato questa settimana. Desidero ringraziare il Team che ha lavorato in modo eccellente e mi ha messo a disposizione una moto davvero competitiva”.

Davide Fanelli – Pilota Team All Service System by QDP – Superstock 600
1° posizione – 1° miglior tempo: 1’42”330
“Un week fantastico che si è concluso con una vittoria liberatoria. Sono partito bene e ho capito subito che avevo un ritmo più veloce degli altri. Il gruppo in testa non è riuscito a guadagnare vantaggio e ho raggiunto Massei che avrebbe voluto tentare la fuga. In uscita di curva lo vedevo in difficoltà, ho spinto al massimo e dopo averlo sorpassato ho guadagnato il margine per vincere. Ringrazio il Team che ha fatto un buon lavoro e mi ha messo a disposizione una moto a punto. Voglio dedicare la mia vittoria anche a Gigi D’Esposito”.

Riccardo Grimoldi– Team Manager Team All Service System by QDP
“E’ stato un fine settimana ricco di soddisfazioni e di emozioni, sono molto contento di come hanno operato squadra e piloti. Questi sono i traguardi che danno forza e determinazione al Team, che dimostrano che le scelte operate dalla squadra sono corrette e che provano il valore di Marco e Davide nell’utilizzare il pacchetto tecnico messo loro a disposizione. Marco è stato penalizzato dalla doppia partenza ma è un pilota di carattere e oggi ha messo in mostra tutto il suo potenziale facendoci assistere a una gara emozionante. Anche Davide ci ha entusiasmato regalandoci una gara avvincente che ci ha portati sul gradino più alto del podio. Questi successi sono importanti per affrontare con motivazione i prossimi appuntamenti. Un plauso a tutto il Team per l’intenso lavoro costantemente svolto e un ringraziamento a Beppe Fiorillo di Andreani Group per l’impegno profuso e per aver creduto nel nostro progetto. Un ringraziamento particolare ad Angelo Serra, titolare della All service System presente a Misano durante il fine settimana che ha condiviso questi momenti avvincenti con noi e ha aderito con piacere all’iniziativa di ricordare Gigi D’Esposito con la squadra nelle gare di oggi”.

Samuele Bernardini sul podio


Bientina (Pi) 05 Luglio 2010

Campionato Europeo 125 cc. Quinta prova Uddevalla (Svezia)

Sempre più in alto.

Seconda parte della stagione riservata alla classe 125 2 tempi che è iniziata all’interno del “catino” di Uddevalla, in Svezia.

Prestazione di rilievo da parte di Samuele Bernardini che fin dal sabato, nella gara di qualificazione, ha fatto registrare ottime prestazioni e dimostrato un gran feeling con il circuito svedese. L’allineamento al cancello di partenza ha visto Samuele Bernardini schierarsi in seconda posizione per merito del posto d’onore conquistato in qualifica. Al via della prima manche è scattato in maniera impeccabile affrontano la prima curva in testa al gruppo delle scatenate 2 tempi. Primo passaggio in apnea per lo staff del team presente all’interno della pit lane che hanno visto Samuele rintuzzare gli attacchi degli avversari e poi stabilizzarsi in seconda posizione. Un secondo posto che Bernardini ha stretto a se fin dalla prima segnalazione ricevuta dai box e fino allo sventolare della bandiera a scacchi. Consapevole che il “tallone di Achille” per Samuele poteva essere la seconda manche, soffrendo l’enorme sforzo effettuato in gara 1, le raccomandazioni del caso da parte dello staff della F.M.I. presente in pista sono state ampiamente apprese e rispettate dal pilota, che alla prima curva ha ripetuto l’exploit di gara 1 presentandosi nelle posizioni di testa del gruppo e transitando al primo passaggio in terza piazza. Forse la tenzione di capire che il grande risultato era alla sua portata, forse un piccolo calo di concentrazione, nel corso del terzo giro, Samuele ha commesso un piccolo errore che gli è costato una scivolata a terra. Prontamente rialzatosi, è riuscito a mantenere la sesta posizione portando al traguardo la sua KTM Ufo Corse – Maglia Azzurra ed evitando ulteriori rischi. Nonostante il suo primo anno di permanenza nel campionato 125, dopo i successi raggiunti nel minicross, Samuele dimostra ad ogni gara di maturare velocemente e di essere pronto per recitare ruoli da protagonista nel panorama crossistico internazionale. Il suo sesto posto alla fine della seconda manche lo ha premiato con la presenza sul podio dove è salito in terza posizione. Il lavoro dello staff Ufo Corse e dei tecnici della FMI è stato ripagato in maniera ottimale dal risultato conseguito da Samuele che è risalito al terzo posto in classifica generale di campionato.

Tutte le classifiche su: http://wpop13.libero.it/cgi-bin/vlink.cgi?Id=567TJ14c%2BprG1sHZuUA/ULsBY%2BE7rW6cM58QFPcTyCpQsmFBLATH3EZ6qntCgezkdkU0s4dCyYY%3D&Link=http%3A//www.motocrossmx1.com/reslists.aspx%3Fct%3D6%26c%3D33

Prossimo appuntamento in gara, a Loket in Repubblica Ceca, dove il campionato europeo riservato alla categoria 125 cc disputerà la penultima prova in attesa del gran finale previsto in Italia il 12 Settembre a Fermo, nelle Marche.

martedì 6 luglio 2010

4th De Puniet



Montmeló, 04 July: the LCR Honda MotoGP rider Randy De Puniet got a brave 4th place in today’s 25-lap Grand Prix of Catalunya at Montmeló race track ahead 81.426 warm fans. The seventh round of the season got underway at 14:00 local time and was held in sweltering conditions with ambience temperature of 35 degrees with riders struggling with the extreme heat and grip issues. De Puniet posted the third fastest lap time in yesterdays qualifying placing his machinery on the front row for the third consecutive time. The hyper-fit Frenchman seemed to thrive in the 35C heat, sliding the rear wheel of his Honda RC212V off the long corners of the 4.727k track north of Barcelona. At the end of the first run the 29-yeard-old was 4th and was able to nearly match the pace of the leaders in the first laps. Thanks to his impressive result LCR French racer holds the 5th position in the world classification with 69 points. De Puniet – 4th De Puniet : “We have decided to go with the harder tyre and I struggled a bit with rear edge-grip in the beginning. I took a bad start from the front row but immediately push to catch the three riders in the front and after that my race pace was exactly what we were expecting. So I took the fourth position and decided to keep my rhythm till the end as I could easily control the gap to the other riders. Simoncelli tried to catch me but he made a mistake and crashed out. I knew I could get my best result of the season here and this 4th place is simply fantastic for me and the guys. We now hold 5th place in the world classification as best private Team and we keep on working in this direction to place our Honda in the front at every GP of the season”.

Pages

Follow by Email

Cerca nel blog

tubi freno cbr 600 f ABS 2011-2012 / cbr 600 f ABS 2011-2012 brake lines

152183 P/N 152183 Type 2 (RED covered) Front and rear-ALLUMINIUM fitting-(bursting pressure:850 Bar--approved to TuV Standards ...