venerdì 25 settembre 2009

Team Ufo Corse

E' cambiata completamente la categoria,non i risultati per il team Ufo Corse !
Felici di continuare la nostra collaborazione facciamo i complimenti a Filippo,a tutti i tecnici e naturamente a agli splendidi ragazzi .






Campionato Italiano Minicross

Il campionato Italiano è giunto all'epilogo. Due titoli tricolori nel carniere del Team UFO Corse.

Samuele Bernardini nella categoria senior e Lorenzo Ravera nella cadetti si sono laureati campioni italiani nell'ultima prova di campionato disputata sul crossdromo di Paroldo in provincia di Cuneo. Per Lorenzo Ravera si è trattato quasi di una formalità conquistare la corona tricolore dato che si presentava all'ultima prova con oltre 400 punti di vantaggio sul compagno di squadra Luca Poggi. Quarto al termine della prima manche e campione con una frazione di anticipo, Lorenzo voleva onorare al meglio la conquista del tricolore con la vittoria in gara 2 ma una scivolata all’ultimo giro, quando era saldamente in testa al gruppo, lo ha costretto alla diciottesima posizione. Terzo posto di giornata invece per Luca Poggi che, dopo la caduta di gara 1 quando era perentoriamente al comando delle operazioni, ha concluso entrambe le manche al quarto posto classificandosi secondo in campionato. Ma è stato nella classe maggiore, la senior, che Samuele Bernardini è riuscito nell'impresa di recuperare gli oltre 250 punti che lo separavano dalla vetta di campionato a due manche dal termine. Il Berna si è presentato a Paroldo in terza posizione di campionato ma consapevole di uno stato di forma eccezionale che lo ha portato a disputare due manche all'attacco. Nella prima delle due frazioni, Samuele si è classificato al secondo posto ma è stato in gara 2 che ha messo in atto un piccolo capolavoro andando a vincere manche e titolo tricolore. A due giri dal termine, Samuele è riuscito a recuperare la posizione di vertice che gli ha consegnato il titolo di campione italiano 2009. Ottavo posto di giornata invece, per Simone Zecchina che ha portato a termine due ottime manche concluse al sesto e nono posto. Assente a causa dell'infortunio patito nella gara di campionato europeo, in Bulgaria, Emanuele Facchetti che dovrà rimanere al di fuori dei campi di gara per un lungo periodo.
Soddisfatto al termine della giornata, il Team Manager della squadra, Filippo Lamotte: Siamo arrivati a quest'ultima gara di Paroldo con la matematica certezza che il titolo tricolore della cadetti sarebbe stato nostro dato che erano in lotta per la vittoria Ravera e Poggi ma non potevamo minimamente immaginare che Samuele Bernardini riuscisse a conquistare la vittoria nella senior. Ed invece, il Berna, ci ha sorpreso tutti recuperando dalla terza posizione alla vittoria finale. È stata una gara difficile e piena di insidie dato che il tracciato era in condizioni limite a causa delle piogge dei giorni precedenti e Samuele è stato bravissimo a non commettere errori proprio nella gara cruciale. Fantastici sono stati gli ultimi due giri della seconda manche quando è riuscito a portarsi in testa alla gara e conquistare i punti necessari per la vittoria. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a queste affermazioni: La Ufo, la Ktm e tutti gli sponsor tecnici che ci hanno aiutato in maniera impeccabile ma soprattutto la F.M.I. nelle persone del Direttore Tecnico Giorgio Bonfigli, e degli istruttori Thomas Traversini e Danilo Marasca, che hanno seguito al meglio la preparazione dei nostri piloti portandoli ad un elevato livello di competitività che ci ha permesso di conquistare questi prestigiosi successi.

martedì 8 settembre 2009

Superstock 1000 Nurburgring

Superstock 1000Continua la marcia spedita di Xavier Simeon (Ducati) verso la conquista del titolo della della Superstock 1000. Il pilota belga, dominando la gara dal primo all’ultimo giro, ha centrato la terza vittoria consecutiva, che gli ha permesso di portare a 40 i punti di vantaggio sul suo più immediato inseguitore, Claudio Corti (Suzuki), solo quinto al traguardo. Sul secondo gradino del podio è salito un combattivo Maxime Berger (Honda), autore di una strepitosa rimonta dopo essere partito dalla 16esima posizione in griglia. Terzo posto per il sempre positivo Javi Fores (Kawasaki).
(www.ganbike.com)
Buona la prestazione complessiva dei piloti italiani. Il migliore è stato Davide Giugliano (Suzuki), quarto, sesto invece, dietro a Corti, Daniele Beretta (Ducati), che ha preceduto a sua volta Andrea Antonelli (Yamaha). A punti anche Lorenzo Baroni (Yamaha), decimo.Risultati: 1. Simeon X. (BEL) Ducati 1098R 22'13.426 (152,558 kph); 2. Berger M. (FRA) Honda CBR1000RR 2.763; 3. Fores J. (ESP) Kawasaki ZX 10R 5.649; 4. Giugliano D. (ITA) Suzuki GSX-R 1000 K9 6.620; 5. Corti C. (ITA) Suzuki GSX-R 1000 K9 7.085; 6. Beretta D. (ITA) Ducati 1098R 7.353; 7. Antonelli A. (ITA) Yamaha YZF R1 12.097; 8. Jezek O. (CZE) Honda CBR1000RR 12.338Classifica campionato (dopo 7 di 10 rounds):
1. Simeon 155; 2. Corti 115; 3. Berger 102; 4. Fores 100; 5. Barrier 67; 6. Beretta 66; 7. Jezek 56; 8. Giugliano 38; 9. Baz 35; 10. Savary 30.Classifica costruttori: 1. Ducati 155; 2. Honda 128: 3. Suzuki 117; 4. Kawasaki 100; 5. Yamaha 84; 6. MV Agusta 21; 7. Aprilia 12

Pages

Follow by Email

Cerca nel blog

tubi freno cbr 600 f ABS 2011-2012 / cbr 600 f ABS 2011-2012 brake lines

152183 P/N 152183 Type 2 (RED covered) Front and rear-ALLUMINIUM fitting-(bursting pressure:850 Bar--approved to TuV Standards ...