domenica 13 luglio 2014

Simone Corsi sul podio ! Simone Corsi on the podium again!

HOHENSTEIN-ERNSTTHAL: Swiss rider Dominique Aegerter rode his Suter to victory on Sunday at the German Moto2 Grand Prix with Finland's Mika Kallio a close second on a Kalex and teammate Simone Corsi of Italy claiming third spot.

Championship leader Esteve Rabat took fourth spot on his Kalex as Kallio, who came into the weekend just 26 points behind the Spaniard, made up ground in the overall standings.

It was the first career win for the 23-year-old Aegerter who finished second earlier in the campaign in Spain and third in the United States. (timesofindia.com)
Lo svizzero Dominique Aegerter (Technomag carXpert) ha vinto il GP di Germania della classe Moto2, prima affermazione personale in carriera nel Motomondiale. Il talentuoso pilota elvetico ha preceduto sul traguardo del Sachsenring il finlandese Mika Kallio (Marc VDS Racing), che ha tallonato per quasi tutta la corsa, mentre al terzo posto, a oltre 10 secondi dal vincitore, si è classificato Simone Corsi (NGM Forward Racing), che l'ha spuntata sul leader del Mondiale Esteve Rabat (Marc VDS Racing), Maverick Vinales (Paginas Amarillas HP 40) e Franco Morbidelli (Italtrans Racing Team), autore di una grande prestazione su un tracciato mai visto in precedenza.

Subito dopo la partenza si forma il tandem di testa con Kallio e Aegerter, che nel giro di poche tornate staccano la concorrenza anche per la spettacolare battaglia in corso alle loro spalle tra Corsi, Morbidelli e Rabat, che vengono presto raggiunti anche da Maverick Vinales. Mentre questo gruppo si da costantemente battaglia per tutta la gara, davanti Kallio conduce la corsa con Aegerter attaccato agli scarichi.

A quattro giri dalla fine arriva il primo attacco deciso di Aegerter a Kallio, con lo svizzero che tenta la fuga ma senza scrollarsi di dosso il finlandese. Kallio riconquista la testa a due giri dalla fine, ma Aegerter gli rimane in scia cercando il varco decisivo che trova a tre curve dalla fine dell'ultimo giro, resistendo poi al ritorno del finnico e incamerando la sua prima vittoria, che 'fa il paio' con la prima pole in carriera conquistata ieri. Kallio invece riduce a 19 punti il suo distacco in classifica da Rabat.
Simone Corsi la spunta per il terzo gradino del podio mentre Morbidelli, che si era staccato dal secondo gruppetto negli ultimi giri, chiude al sesto posto. Ottavo Pasini (NGM Forward Racing), a oltre 21" dal vincitore. Caduta e ritiro per Lorenzo Baldassarri (Team Gresini Moto2).
Moto2 Germania 2014: (motoblog)

Aleix Espargaro continua a stupire ! aleix with FrenTubo among the greats!

Marc Marquez won the German MotoGP at Sachsenring to make it nine victories in nine races this season, despite starting from the pit lane.

The Spaniard, 21, took to the grid on wets, amid patchy rain, but switched to his slick-tyre bike on the warm-up lap.

With the majority of the field doing the same, the world champion took the lead on lap six and never looked back.

The championship leader finished 1.46secs ahead of Honda team-mate Dani Pedrosa, with Jorge Lorenzo in third.

All the podium finishers started from the pit lane.

Marc Marquez
Marc Marquez is the first rider to win nine consecutive races since Italian Giacomo Agostini in 1970

Germany's Stefan Bradl, who made a pre-race change to dry weather tyres while still on the grid, started alone on the front row.

But the 24-year-old was quickly caught on a bike that was still largely set up for wet weather and eventually finished 16th in his home grand prix.

Marquez, who had qualified on pole but then had to fight through from 10th, is the first rider to win nine consecutive races since Italian Giacomo Agostini in 1970.

He extended his world championship lead to 77 points.

Fellow Spaniard Pedrosa's second place moved the 28-year-old ahead of six-time world champion Valentino Rossi in the overall standings after the Italian finished fourth on his Yamaha
(BBC SPORTS)



Sachsenring is a track which Espargaro enjoys, giving him good results aboard the Aprilia CRT machine last year. Much of the weekend has been spent testing the Forward chassis as opposed to the Yamaha one he has been running so far in 2014.
The soft tyre had given Espargaro an edge in the previous sessions allowing him to lead on the first day. Again these tyres provided a boost in Q2, helping to close the gap in engine performance between the Open and Factory bikes.
A lap of 1’21.376s put him ahead of both Jorge Lorenzo and Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) on their factory Yamaha machines.
Espargaro commented, “We are doing a great weekend here, we’re close to the top even on used tyres. We missed the front row by just a tiny margin. We need to work and focus on which tyre we’re going to use over the race. The team and I must talk about it tonight.”
“It is good to keep this level, I am getting more and more confidence and am able to fight with the top guys. We hope to continue this for as long as we can,” he added.
(moto gp.com)


SACHSENRING - Partenza in massa dalla pit lane per il cambio gomme, ma il finale in Germania non è diverso dal solito, con Marc Marquez su Honda che centra il suo nono successo consecutivo, non succedeva dal 1970, l’ultimo a riuscirci è stato Giacomo Agostini. Sul podio con Marc c’è anche il suo compagno di squadra Dani Pedrosa, mentre Jorge Lorenzo su Yamaha si deve accontentare del terzo posto. Quarto al traguardo

mercoledì 9 luglio 2014

Savadori vola! Complimenti!

Superstock 1000 FIM Cup - Savadori vince anche la gara di Portimao
e si porta in testa alla classifica
6 luglio 2014 - L’Autodromo Internacional do Algarve ha ospitato oggi la quinta gara della Superstock
1000 FIM Cup. Lorenzo Savadori, che ieri aveva conquistato la sua terza pole position di questa sua
eccezionale stagione, oggi ha preso il via dalla prima fila, mentre il suo compagno di squadra Romain
Lanusse è partito dalla seconda. Quinta fila per Nementh e settima per Alviz, che rientrava qui a
Portimao, dopo aver dovuto rinunciare al precedente appuntamento di Misano per problemi di salute.
La gara è stata vinta da Savadori che ha quindi salito sul gradino più alto del podio due settimane
dopo la vittoria nella gara di Misano. Con questi due fantastici successi Savadori balza in testa alla
classifica del campionato quando mancano solo due gare al termine. La partenza vedeva Savadori
occupare la terza posizione e successivamente la quarta, in coda al gruppo dei primi. Lorenzo ha
studiato per alcuni giri sia i suoi avversari che le mutevoli condizioni della pista, ma nel corso del nono
passaggio ha rotto gli indugi ed ha iniziato una serie di sorpassi che lo hanno portato in testa alla
gara. Una volta al comando Lorenzo ha tenuto un passo molto veloce che gli ha consentito di chiudere
la gara con un margine di oltre due secondi sul secondo classificato.
Lanusse purtroppo non è riuscito ad adattarsi alla condizioni del tracciato e dopo una buona partenza
ha perso qualche posizione, sino a chiudere in ottava posizione. Nementh aveva incontrato alcuni
problemi di assetto nelle prove e puntava ad entrare nella top ten. Obiettivo raggiunto visto che ha
chiuso al sua gara proprio al decimo posto. Anche Alviz ha ottenuto il suo obiettivo che era quello di
entrare in zona punti. Con il suo quattordicesimo posto lo spagnolo ha ottenuto i suoi primi due punti
per la classifica del campionato.
Il prossimo appuntamento del team Pedercini con la Superstock 1000 FIM Cup è fissato sulla pista di
Jerez in Spagna nel weekend del 5, 6 e 7 Settembre.
Lorenzo Savadori : “E’ stata una gara difficile su di una pista all’inizio bagnata, ma che si è andata via
via asciugando. Nei primi giri non ho voluto rischiare e mi sono accorto al gruppo dei primi. Quando
ho visto che li potevo superare li ho passati e sono andato a vincere con un buon vantaggio. Ringrazio
ancora una volta la mia squadra perché anche oggi la moto era perfetta. Ora sono in testa alla
classifica e spero di restarci sino alla fine del campionato”.
Javier Alviz : “E’ stata una gara bella ma molto impegnativa. Sono partito bene recuperando subito
alcune posizioni e poi ho mantenuto un ritmo che mi ha permesso di chiudere al quattordicesimo
posto conquistano i miei primi due punti in classifica. Quest’anno non conosco le piste e devo fare
esperienza, per cui questo risultato mi soddisfa in attesa di andare a correre a Jerez che è una pista
che conosco”.
Balatzs Nemeth : “Su questa pista era davvero difficile correre in queste condizioni. Non sono partito
benissimo ma poi sono riuscito a recuperare posizioni, sino a chiudere decimo, che era poi il mio
obiettivo iniziale. In questo weekend ho fatto fatica ad adattarmi a questo tracciato e spero di poter
fare meglio a Jerez”.
Romain Lanusse : “Correre su di una pista in parte asciutta ed in parte bagnata è difficile e sconvolge
i veri valori dei piloti. Ho rischiato varie volte di cadere e alla fine mi sono dovuto accontentare di un
ottavo posto che non mi soddisfa per niente. Sono certo che se non fosse piovuto avrei potuto lottare
per il podio”.
Autodromo Internacional do Algarve – Superstock 1000 FIM Cup – La gara
1) Savadori (Kawasaki) – 2) Lussiana (Kawasaki) - 3) McFadden (Kawasak

 Superb race for Espargaro at Assen, 4th after a great battle for the podium

The NGM Forward Racing rider Aleix Espargaro made a great performance in difficult conditions at Assen, famous in the world as the “Cathedral”.

In a race which started after a delay due to wet conditions, Espargaro was among the protagonists since the first lap, maintaining the third position for 6 laps behind Marc Marquez and Andrea Dovizioso. The track gradually dried and both Aleix and Colin entered the pit lane to change bike with dry set up. Aleix was able to ride with a good pace, maintaining the third position for other 10 laps fighting hard with Dani Pedrosa for the podium. Aleix was very strong under braking, while Dani was overtaking him on the straight. Aleix finally finished with a well-deserved 4th position and as first open.

The NGM Forward racing rider leaves Assen with a pole position, a 4th place and the 6th position in the championship with 67 points.

It was a difficult race for team mate Colin Edwards who struggled the whole weekend and couldn’t improve in the race. He played a bit with the tyres, trying to find the confidence on tricky and changeable track conditions, but he didn’t had the right confidence to push as he would have wanted and finally finished 22nd.



“It was a great race and the battle with Dani Pedrosa on a factory Honda was hard but it was good fun. On the wet I was cautious so I lost the contact with Andrea (Dovizioso), but with the dry set up I pushed hard to fight for the podium. We had a very good battle with Dani: he was overtaking me on the straight and I passed him in the corners. It’s a pity, but I’m happy with this result. We gained important point for the championship and now we are 6th. We leave Assen happy with the results and we will return stronger in Sachsenring”.



“Sono molto contento, ho dato il massimo e ho venduta cara la pelle con Dani, lottando sino all’ultimo per il podio. Ho commesso un errore sul bagnato perché sono stato troppo cauto, perdendo così il contatto con Andrea (Dovizioso). Con l’assetto da asciutto ho spinto forte sin da subito. Dani mi passava sul rettilineo e io lo riprendevo in frenata. È stato un duello serrato, ma sono soddisfatto. Il team ha fatto un lavoro fantastico, la moto ha lavorato bene sia sul bagnato sia sull’asciutto. Adesso siamo sesti in campionato con 67 punti. L’appuntamento adesso è al Sachsenring, dove torneremo ancora più forti”.

 Straordinaria gara di Espargaro ad Assen, quarto dopo un bellissimo duello per il podio

Il pilota NGM Forward Racing Aleix Espargaro è stato protagonista ad Assen in una gara complicata dalla pioggia. Come era già successo in Moto2, anche la partenza della MotoGP è stata ritardata a causa della pioggia. Aleix è scattato bene sul bagnato, portandosi in terza posizione dietro a Marc Marquez e Andrea Dovizioso. Con la pista che andava via via asciugandosi, i piloti sono rientrati in pit lane per il cambio moto. Con l’assetto da asciutto Aleix ha impostato un buon passo e si è riportato dietro Marc e Andrea, difendendo con i denti la terza posizione dagli attacchi di Dani Pedrosa che lo passava sul rettilineo, mentre Aleix lo riprendeva in frenata. Alla fine di 26 lunghissimi giri, Aleix ha chiuso in una meritata quarta posizione e prima open.

Il pilota NGM Forward Racing lascia Assen con una pole position, un ottimo quarto posto in gara e sesto nel mondiale piloti con 67 punti.

E’ stata una gara molto difficile per il compagno di squadra Colin Edwards che ha faticato tutto il weekend per mancanza di confidenza con la moto. La situazione non è migliorata quando la pista ha iniziato ad asciugarsi ed infine il texano ha chiuso 22esimo.

Pages

Follow by Email

Cerca nel blog

Team Speed Up, JORGE NAVARRO AMAZED EVERYBODY AT THE GRAND PRIX DE FRANCE WITH THE SECOND CONSECUTIVE POLE

JORGE NAVARRO SI PRENDE IL TERZO PODIO CONSECUTIVO A LE MANS. BELLA RIMONTA DI DI GIANNANTONIO CHE TERMINA DODICESIMO IL GRAND PRIX DE...